Aggiornamenti in Ossigenoterapia Iperbarica

A Fidenza in provincia di Parma è stata promossa dall’associazione AS.PA.T.I., Associazione dei Pazienti trattati in iperbarismo, una tavola rotonda intitolata Aggiornamenti in Ossigenoterapia Iperbarica organizzata dal Prof. Giuliano Vezzani, già Vice-Presidente della UHMS (Undersea & Hyperbaric Medical Society) e già Presidente della SIMSI (Società Italiana di Medicina Subacquea ed Iperbarica) di cui ora è Proboviro, e dal Prof. E. M. Camporesi, già Presidente della UHMS nonché Prof. Emerito di Chirurgia, Anestesia, Fisiologia e Farmacologia Molecolare.

Moderatore e relatore di questa iniziativa, insieme ad altri qualificati colleghi, anche il Dott. Vincenzo Zanon, Responsabile del Centro Alta Specialità di Ossigeno Terapia Iperbarica dell’Istituto Clinico Città di Brescia, e Fellow dell’UHMS, che si è soffermato sul tema 'Stato dell’arte e prospettive' e che così ci ragguaglia: “Si è trattato di un incontro di caratura su temi iperbarici e che ha consentito già un primo diretto confronto sui risultati preliminari di quello che, con oltre 1.700 casi trattati nel biennio 2015-2016, s’avvia a essere di certo lo studio multicentrico numericamente più robusto al mondo che analizzi, retrospettivamente, le intossicazioni da monossido di carbonio trattate con Ossigeno terapia Iperbarica (OTI) su gran parte del territorio italiano.

Partecipano, infatti, a tale studio i Centri OTI di Brescia, Fano (Pesaro-Urbino), Fara Novarese (Novara), Fidenza (Parma), Genova, Larino (Campobasso), Milano (sia l’Istituto Lombardo per la Medicina Iperbarica che il Servizio di Ossigeno Terapia Iperbarica dell’Azienda Ospedaliera Niguarda Ca’ Granda), Padova, Palmi (Reggio Calabria), Ravenna, Torino, Torri di Quartesolo (Vicenza), Trieste, Villafranca (Verona), Zingonia (Bergamo). Nell’occasione è stato anche siglato un accordo di mutua collaborazione tra l’AS.PA.TI e la SIMSI (ora indubbio riferimento di settore presso la FISM, la Federazione Italiana delle Società Medico Scientifiche). Un appuntamento cui non mancare assolutamente è quello del prossimo anno: 2-3 marzo 2019, al Teatro Magnani di Fidenza (Parma), quando si tornerà proprio lì, dove 29 anni fa era iniziata quella splendida collaborazione, tuttora attiva, tra Centri Iperbarici italiani, Associazione di Pazienti trattati in Iperbarismo e rinomati studiosi statunitensi della materia (e sono già molti i nomi di spicco prenotati per la data). Sarà un grande evento, mettetelo in agenda: arrivederci a Fidenza!”.

X