Coxartrosi bilaterale dell'anca: capire una delle patologie moderne più diffuse

La coxartrosi bilaterale è una forma particolare di coxartrosi che vede il coinvolgimento di entrambe le anche. Questo tipo di artrosi può essere l’effetto di molte cause. Per sapere quale approccio chirurgico è più efficace per la cura di questa patologia, ne abbiamo parlato con il dott. Giovanni Simonini, Responsabile, insieme al dott. Alberto Consoli, dell'U.O. di Ortopedia e Traumatolgia sez. VI dell'Istituto Clinico Città di Brescia.

"Nella mia personale esperienza, ci ha raccontato il Dott. Simonini, ho eseguito numerosi interventi di artroprotesi di anca bilaterali nella medesima seduta chirurgica per forme gravi di coxartrosi bilaterale. Tale pratica è attuata solo da chirurghi esperti ed offre evidenti vantaggi per il paziente che si sottopone ad una sola anestesia e ospedalizzazione, oltre a ritornare più velocemente alle normali attività del quotidiano".

Quale tecnica chirurgica predilige per questa tipologia di interventi?

"La tecnica mini-invasiva rappresentata dall’accesso anteriore ben si sposa con la scelta di eseguire l’intervento di artroprotesi bilaterale finalizzata ad un ancor più rapido recupero funzionale. Per quanto detto, è evidente che la scelta dell’intervento bilaterale è particolarmente, se non esclusivamente, indicato per pazienti giovani in età lavorativa e comunque privi di co-morbilità gravi".

 

X