Ortopedia e Traumatologia - Sez. II

Responsabili: Dott. Adolfo Vigasio, Dott. Giacomo Stefani

Reparto
Centro Alta Specialità
Caposala

Gentilini Silvana

 
  • EQUIPE
  • ATTIVITÀ CLINICA

    L’attività clinico-chirurgica dell’U.O. è indirizzata soprattutto alla Chirurgia del Ginocchio e a quella della Mano e dell’Arto Superiore
     
    L’attività specificatamente indirizzata alla Chirurgia del Ginocchio segue due filoni principali:
     

    Trattamento delle Lesioni dello Sportivo (traumatiche e non):
     
    Ricostruzione legamentosa (in particolare del Legamento Crociato Anteriore)
    Patologie Meniscali
    Patologia Rotulea
    Condropatie (malattie della cartilagine) con trapianti di cellule di cartilagine (condrociti), nuova frontiera nel campo della chirurgia articolare e riservati a pazienti selezionati per età e caratteristiche della lesione.

     
    Gli interventi vengono effettuati in artroscopia in regime di day hospital e la tecnica utilizzata permette solitamente un recupero particolarmente rapido.Unica eccezione sono i trapianti di cartilagine, effettuati a ginocchio aperto, che richiedono un periodo di degenza di 4-5 giorni ed un periodo di riabilitazione abbastanza lungo con circa 35 giorni senza caricare l’articolazione.
     
    Trattamento dell' Artrosi nelle diverse forme:
     
    Chirurgia protesica con la possibilità di sostituire un'articolazione dolente e funzionalmente limitata per usura (artrosi) o per traumi, restituendo in tempi rapidi una funzione quasi del tutto normale.

     
    Le persone operate sono solitamente anziani che dopo l’intervento vengono trasferiti nel reparto di Riabilitazione Funzionale all’interno dell’Istituto dove gradualmente iniziano a camminare e da dove vengono dimessi quando hanno raggiunto un’autosufficienza completa.
     
    Altra attività chirurgica Artroscopica è dedicata a diverse patologie:
     
    Esiti di traumi muscolo-tendinei o osteo-cartilaginei di spalla o caviglia
    Sindromi dolorose e infiammatorie delle grosse articolazioni
    Malattie Immunologiche

     
    L’attività della Chirurgia della Mano e dell’Arto Superiore è così organizzata:
     
    Microchirurgia Ricostruttiva dei nervi periferici in tutte le possibili lesioni nervose come:
     
    Patologia traumatica del plesso brachiale
    Patologia traumatica dei nervi dei quattro arti
    Patologie compressive dei nervi periferici a tutti i livelli,anche le più rare
    Tumori dei nervi periferici
    Patologie dolorose nervose post-traumatiche come neuromi e/o causalgie
    Chirurgia ricostruttiva "palliativa" delle lesioni inveterate nervose con trapianti muscolotendinei, osteotomie o artrodesi)

     
    Chirurgia della mano in tutte le sue varietà come la chirurgia delle lesioni traumatiche, tumorali, artrosiche, reumatiche, immunologiche, degenerative a carico di tutti i tessuti come :
     
    Pelle (correzione di retrazioni cicatriziali o di malattie di Dupuytren asportazione di lesioni tumorali di vario tipo etc.)
    Tendini (tenolisi, trapianti tendinei, innesti di tendini artificiali decompressioni di patologie compressive tendinee)
    Ossa (innesti ossei per pseudoartrosi di fratture, correzione di calli viziosi di frattura modellamento di monconi digitali dolorosi o inestetici , etc.)
    Articolazioni (artrolisi per rigidità post-traumatiche articolari, protesi articolari per malattie immunologiche, artrodesi parziali soprattutto a livello del polso in lesioni traumatiche plurioperate, etc.)
    Legamenti (ricostruzioni legamentose per postumi traumatici o per malattie immunologiche, etc.)
    Nervi (vedi al punto precedente)

     
    Chirurgia della Spalla in tutte le sue varietà come la chirurgia delle lesioni post-traumatiche ossee o articolari con particolare riguardo per:
     
    Patologia compressiva della cuffia dei tendini rotatori o sindrome da conflitto subacromiale
    Rotture dei tendini della cuffia dei rotatori
    Artrosi o artriti
    Postumi di lesioni legamentose

     
    Chirurgia del Gomito per le patologie traumatiche, artrosiche o immunologiche di questa articolazione con particolare riguardo per gli interventi di:
     
    Sblocco chirurgico (artrolisi) di gravi rigidità post-traumatiche
    Applicazione di protesi articolari nelle patologia artritiche gravi

     
    Altra attività chirurgica dell’arto inferiore con particolare riguardo alla:
    Patologia artrosica dell'anca (artroprotesi d'anca)
    Patologia dell'infanzia e dell'adolescenza (esempio piede piatto)
    Patologia degenerativo-artrosico-artritico del piede (alluce valgo, metatarsalgie , neuromi di Morton, piede piatto etc.)

     
    In tutti i casi vengono utilizzate metodiche ed attrezzature tra le più moderne a disposizione.
     
    Tutti i pazienti operati vengono poi regolarmente seguiti presso gli ambulatori divisionali sino alla guarigione.

  • INTERVENTI

    300 Protesi di Ginocchio (monocompartimentali, totali o revisioni)
    200 Ricostruzioni Legamentose di Ginocchio in artroscopia
    400 Artroscopie di Ginocchio, Spalla e Caviglia
    900 Chirurgia della mano e del polso (tutte le tipologie di intervento)
    75 Chirurgia del gomito
    300 Chirurgia della spalla
    25 Chirurgia dell' anca
    200 Chirurgia del piede
    125 Chirurgia ricostruttiva dei nervi

  • ATTIVITÀ AMBULATORIALE

    Attività diagnostica relativa a:
    Patologia post-traumatica (dello sport, del lavoro o altro) delle grosse e piccole articolazioni
    Patologia degenerativa, artrosica e/o immunologica degli arti
    Sindromi dolorose ed infiammatorie osteo-articolari e muscolo-tendinee
    Patologia traumatica e/o compressiva dei nervi periferici a tutti i livelli
    Affezioni dell'infanzia e dell'adolescenza

  • ATTIVITÀ SCIENTIFICA E DIDATTICA

    Frequenza a Congressi Nazionali e Internazionali di Chirurgia della Mano, di Spalla e Gomito, Piede e Microchirurgia come Partecipanti (circa 12-15 volte/anno), come Relatori o Moderatori (5-6 volte/anno). Partecipazione a Corsi di Insegnamento di Microchirurgia e Chirurgia della Mano come Docenti (3-4 volte/anno)

X