Pronto Soccorso

Responsabile: Dott.ssa Emma Pasetto

Ambulatorio
Caposala

Cargnoni Vania

Contatti telefonici

030.3710.304

030.3710.455

 
  • EQUIPE
  • ATTIVITÀ CLINICA

    Il Pronto Soccorso dell’Istituto Clinico Città di Brescia nasce il 16 novembre del 2004 è svolge la sua attività integrandosi con il Servizio di Emergenza/Urgenze del 118 territoriale.

    L’attività del Pronto Soccorso può essere suddivisa in quattro punti essenziali:

    • la valutazione clinica, volta indicare un percorso adeguato e differenziato teso ad ottimizzare i tempi di intervento, riducendo i tempi di attesa, attraverso il raggiungimento degli obiettivi con la minor dispersione di risorse con l’ausilio di protocolli e procedure codificate quali la fase di accettazione/triade infermieristico che prevede l’identificazione di un Codice Colore-gravità così caratterizzato: 

    CODICE ROSSO: Emergenza assoluta che richiede intervento immediato per il grave pericolo di vita del paziente dato dall’instabilità critica delle funzioni vitali

    CODICE GIALLO: Pazienti con gravi lesioni ed alterazioni dei parametri vitali per il quale esiste un rischio di peggioramento imminente del quadro tale da compromettere la vita.

    CODICE VERDE: Urgenza differibile nel senso che il paziente non  presenta caratteristiche di pericolo pur necessitando di una risposta ospedaliera

    CODICE BIANCO: Quadro di non urgenza che dovrebbe essere risolta da strutture sanitarie diverse dal Pronto Soccorso

    • l’attività diagnostico-terapeutica, delinea il percorso clinico-diagnostico del paziente sia attraverso gli esami di laboratorio e radiologici che con l’approfondimento specialistico effettuato dall’integrazione di tutte le specialità presenti all’interno dell’Istituto Clinico. Tale percorso si conclude con la dimissione del paziente, fornendo le indicazioni specifiche alla prosecuzione delle cure domiciliari, oppure con il ricovero immediato presso le Unità Operative di nostra competenza.
    • Il management clinico, che  prevede oltre alle comuni manovre di emergenza-urgenza, la possibilità di utilizzare come momento di discernimento e di valutazione clinica l’Osservazione Breve Intensiva, per i casi complessi. E’ una fase fondamentale perché:
      • migliora il rapporto medico-paziente
      • permette un’osservazione costante delle variazioni sintomatologiche
      • affina l’appropriatezza dell’eventuale ricovero
      • garantisce una efficace ed efficiente gestione del caso
    • la formazione continua  è l’elemento fondamentale per meglio rispondere ad un’esigenza di salute perché consente attraverso una migliore acquisizione e condivisione delle conoscenze mediche di controllare gli elementi critici dell’attività di un Pronto Soccorso quali le risorse, il tempo e la complessità dei casi. Per questo motivo il Pronto Soccorso ha dato vita ad incontri formativi mensili con lo scopo di approfondire le procedure di gestione dei casi complessi in modo da mantenere alto il livello qualitativo delle prestazioni offerte

  • ATTIVITÀ AMBULATORIALE

    Ecografia, Ecodoppler delle vene e delle arterie e lo Studio dell'ipertensione.

     

     

    X